L’impatto di “Impara ad ascoltarti” nelle carceri del Brasile

Lug 6, 2023

Il 14 settembre 2021 la HarperOne ha pubblicato il rivoluzionario libro di Prem Rawat Impara ad ascoltarti: capire se stessi oltre il rumore del mondo. Due settimane più tardi è diventato un bestseller del New York Times.

Dalla sua pubblicazione, avvenuta quasi due anni fa, “Impara ad ascoltarti” ha venduto oltre 175.000 copie ed è già stato tradotto e pubblicato in sei lingue: inglese, tedesco, italiano, hindi, francese e portoghese, e presto sarà pubblicato in greco. Inoltre, il 2 aprile scorso, a Lucknow, India, Prem Rawat ha stabilito il record mondiale Guinness World Record per la lettura dal vivo di un autore. A quell’evento straordinario 114.704 persone lo hanno ascoltato leggere l’intero terzo capitolo di “Impara ad ascoltarti”.

Al momento della pubblicazione, né la HarperOne né Prem Rawat avrebbero potuto immaginare che solo un anno dopo il libro avrebbe attirato un pubblico che non era stato considerato in origine come target demografico: i detenuti delle carceri del Brasile.

Ma è esattamente ciò che sta accadendo.

Un’idea per cui era arrivato il momento

Poco dopo la pubblicazione della versione in portoghese di “Impara ad ascoltarti”, una cittadina brasiliana piena di ispirazione, Ivete Belfort, e un gruppo di attivisti sociali dedicati alla ricerca della pace che dal 2011 facevano volontariato per il Programma di Educazione alla Pace nelle carceri brasiliane, ebbero un’idea irresistibile. Si chiesero: 

“Perché non presentare il libro
di Prem Rawat nelle carceri?”

Data la popolarità del Programma di Educazione alla Pace della Fondazione Prem Rawat, una serie di seminari che presentano video di Prem Rawat che esplorano molti degli stessi temi di “Impara ad ascoltarti”, l’idea sembrò loro sensata. Ed era il momento giusto, specialmente perché il sistema carcerario brasiliano stava cercando nuovi modi per dare sostegno agli oltre 200.000 detenuti della regione.

Inoltre, la ricerca aveva confermato che il Programma di Educazione alla Pace stava già producendo profondi benefici per i detenuti brasiliani, riducendone l’ansia, aumentandone la consapevolezza di sé e migliorandone l’apprezzamento per la vita. 

E a rendere le cose ancor più interessanti, gli statuti delle carceri brasiliane incoraggiano i detenuti alla lettura. Al punto che, infatti, se i detenuti soddisfano requisiti di lettura chiaramente stabiliti, la durata della loro pena detentiva può essere ridotta.

Ispirati dal messaggio di “Impara ad ascoltarti”, Ivete e la ONG con cui collabora strettamente (SATPR) hanno contattato le autorità carcerarie brasiliane (FUNAP) e lanciato loro l’idea di mettere il libro a disposizione dei detenuti in modo innovativo.

Inizi modesti, grandi risultati

In quel momento, far entrare “Impara ad ascoltarti” nel sistema carcerario brasiliano sembrava un’impresa ardua, soprattutto perché il FUNAP chiedeva agli autori e agli editori di donare un minimo di 2.000 libri per essere presi in considerazione. Comunque, essendo la SATPR a corto di fondi, il massimo che potevano donare all’epoca era di 40 libri. Sorprendentemente, il FUNAP rinunciò al minimo di 2.000 libri e accettò di testare il progetto di lettura “Impara ad ascoltarti” in alcune prigioni selezionate. 

I primi programmi pilota ebbero inizio nel 2022 con soli 100 libri in cinque carceri. I risultati furono assai incoraggianti.

Ispirati dalla risposta positiva dei detenuti e dei funzionari carcerari, i volontari di “Impara ad ascoltarti” intrapresero una serie di raccolte fondi per poter donare altri libri. Alcune tempestive lotterie e la vendita di magliette e tazze personalizzate raccolsero abbastanza fondi da permettere di donare altri 400 libri alle carceri di San Paolo. Poco dopo, SATPR firmò un contratto formale con la Segreteria dell’Amministrazione Penitenziaria e il progetto è decollato.

La seconda ondata di libri donati permise al progetto “Impara ad ascoltarti” di espandersi a 1.000 detenuti in 50 carceri al mese. Oltre a ciò, il FUNAP ha incluso il libro in cinque circoli letterari e 10 biblioteche delle carceri.

Uno degli aspetti innovativi del progetto “Impara ad ascoltarti” nelle carceri brasiliane è il modo in cui i libri vengono presentati ai detenuti. Invece di darglieli semplicemente in prestito o di metterli a disposizione in biblioteca, vengono accompagnati da un seminario. Questo seminario fornisce la struttura, il sostegno e la facilitazione che aumentano la possibilità che i detenuti traggano pieno giovamento dal libro. È simile alla struttura dei seminari di successo del Programma di Educazione alla Pace. La differenza principale è che il fulcro dell’apprendimento è costituito dai capitoli invece che dai video.

Come funzionano i seminari:

  1. I detenuti si iscrivono al programma e subito dopo ricevono una copia di “Impara ad ascoltarti”.
  2. I detenuti frequentano incontri settimanali “Impara ad ascoltarti” facilitati o da un detenuto abilitato o da un volontario del programma.
  3. Prima del seminario, ogni detenuto deve leggere un capitolo del libro.
  4. Periodicamente, i detenuti scrivono le proprie riflessioni sul libro e le consegnano ai volontari di SATPR per la revisione.
  5. I volontari SATPR leggono i commenti dei detenuti e si raccomandano ai funzionari delle carceri per la riduzione delle pene detentive.

Una delle piacevoli sorprese che si sono manifestate come conseguenza del programma “Impara ad ascoltarti” nelle carceri brasiliane è il numero dei volontari che hanno chiesto di dare una mano.

Dal 2020 oltre 3.000 persone all’anno hanno chiesto di fare volontariato. L’unico prerequisito è quello di partecipare al Programma di Educazione alla Pace e/o di leggere “Impara ad ascoltarti”, per poter comprendere il contesto del materiale che viene presentato ai detenuti.

Attualmente, circa 300 persone fanno volontariato ogni settimana.

Se desideri partecipare, clicca qui.

I parametri del successo

Il programma “Impara ad ascoltarti” ha avuto successo in Brasile? Sicuramente, come è stato valutato dalle seguenti misure:

  • I dirigenti richiedono regolarmente altre copie del libro per le loro carceri.
  • I commenti dei detenuti su “Impara ad ascoltarti” parlano in termini entusiastici del programma.
  • Ci sono prove aneddotiche dopo le visite in carcere di Ivete.
  • I dirigenti delle carceri aggiungono di continuo nuove varianti al programma.
  • Il libro arriva in aree delle carceri brasiliane (come isolamento e hotspot per violenti) dove nessun programma esterno era riuscito ad accedere in precedenza.
  • FUNAP vuole includere la lettura del libro in tutte le biblioteche dello stato di San Paolo.
  • Lo stato di Minas Gerais sta programmando di mettere “Impara ad ascoltarti” a disposizione dei suoi 100.000 detenuti, insieme al Programma di Educazione alla Pace.
  • Le carceri interessate al Programma di Educazione alla Pace che al momento non riescono a offrirlo per mancanza di spazi o perché i detenuti restano solo 15 giorni, hanno ora un’altra opzione da offrire ai propri detenuti per scoprire la pace personale.

Il programma su larga scala

Uno degli aspetti più stimolanti del programma “Hear Yourself” (Impara ad ascoltarti) in Brasile è che Ivete e il suo team di volontari hanno stabilito un modello per poter portare il programma in qualsiasi carcere del mondo – un mondo, tra l’altro, la cui popolazione carceraria supera oggi gli 11,5 milioni.

Il team è disponibile a fornire consulenza, guida e assistenza a chiunque desideri seguirne l’esempio.

Se desiderate avviare un’iniziativa simile nella vostra città, paese o regione, contattattate Ivete Belfort ([email protected])

 

 

Recent Articles

Tornare a casa

Tornare a casa

Periodicamente, PremRawat.com pubblica le riflessioni di persone che in tutto...

Articles by Category