Stampa
Categoria: Articles & Impact - Block content - Italian
Visite: 786
Gallery
Feature on Home
Feature order
0
Watch
Watch Title
Watch Duration
Subtitle track

La redattrice di PremRawat.com, Marcia Newman, ha recentemente incontrato la e rappresentante dei mass media Lumka Ngxoli, di 32 anni, che vive a Città del Capo, in Sudafrica.

La signora Ngxoli ha intervistato Prem Rawat in più occasioni: nel maggio 2015 nel programma radiofonico Wild Wise Woman e presso l’Università TSiBA. Nel 2016 l'intervista di Lumka a Prem è stata trasmessa dalla SABC (South African Broadcasting Corporation). Quando nel 2017 Prem è tornato in Sudafrica, Lumka ha organizzato un evento in una scuola elementare della cosiddetta "zona rossa" e ha intervistato dal vivo Prem Rawat e sua moglie.

PremRawat.com: Ho avuto il piacere di leggere e ascoltare alcune delle tue interviste a Prem Rawat. Chiaramente, vi siete divertiti molto approfondendo diversi argomenti. Mi rendo conto che da allora sono successe molte cose, a te e al mondo. Ascoltando le interviste, percepisco sempre il tuo spirito libero e la tua trasparenza. Hai detto che una delle tue prerogative è quella di non avere filtri. Dove e come si è sviluppato in te questo spirito libero?

Lumka: È l’eredità di una donna sudafricana di colore che mi ha cresciuta da sola: mia madre ci ha insegnato fin da piccoli a formarci una nostra opinione e a difendere ciò in cui crediamo. E questa non è una cosa consueta. Ho imparato che puoi contribuire alla soluzione o al problema. Cresciuta durante il periodo infuocato dell'apartheid, mia madre lavorava in una zona dove i neri non erano ammessi. Io frequentai nelle vicinanze una scuola materna in cui non era consentito iscrivere bambini neri (vedi foto). Quando veniva un ispettore di polizia, mi nascondevano nei bagni. Fin dalla più tenera età, ho sviluppato la capacità di capire tutte le persone, di comunicare e di avere una comprensione più profonda di ciò che stava accadendo. Penso che il mio spirito libero nasca da una necessità di sopravvivenza, che mi ha portato a comunicare anche con persone che non mi somigliavano.

PremRawat.com: So che la pandemia del Covid-19 ha devastato tante vite. Tu come te la passi? Cosa fai in questi giorni per sollevare il tuo cuore?

Lumka: È stato difficile qui, specialmente all'inizio di aprile. C'è stato un aumento delle aggressioni e della violenza di genere. Ho avuto molta paura, che ho dovuto nascondere. Ho dovuto attingere alla mia pace interiore. Ho davvero dovuto mettere in pratica le lezioni apprese dal Programma di Educazione alla Pace. Devo essere onesta: avevo i miei dubbi sul programma. Ma quando ho iniziato a riguardare i DVD che parlano della Speranza e dell’Apprezzare, ho tirato un sospiro di sollievo. Dispongo di queste risorse interiori e il programma mi ha aiutato a ricordarmene. Sono stata in grado di rilassarmi di nuovo e di vivere senza paura in quell’ambiente ostile.

PremRawat.com: Questo mi ricorda la tua conversazione con Prem nel 2017 per Cape Town TV (CTTV). Lui ti sorprese dicendo che prima di tutto era lui che voleva intervistarti, e lo fece. A un certo punto, Prem ti chiese “Senti mai di essere giunta a un punto della tua vita in cui sei veramente te stessa?"  Lumka, pensi di avere raggiunto quel punto della tua vita?

Lumka: Ricordo quella domanda. Direi con certezza che per me è successo quest'anno. Quando ho incontrato Prem per la prima volta, ero una ragazza di 24 anni. Intorno a me avevo creato un piccolo mondo perfetto. Ma più domande facevo a Prem, più crepe apparivano nel mio vaso di Pandora. Alla fine quel vaso si è frantumato e ho dovuto affrontare me stessa.

Se sono onesta con me stessa, sì, penso di aver raggiunto quel punto durante questo lockdown. Mi sono sentita pronta ad aprirmi al suo messaggio. Ho iniziato a capire i 10 argomenti del Programma di Educazione alla Pace. E ho avuto abbastanza coraggio per affrontare tutta questa incomprensibile paura.

PremRawat.com: Sei riuscita a vedere alcuni degli episodi della serie Lockdown di Prem sul suo sito web?

 Lumka: Sì, e penso che si tratti di uno dei migliori lavori che Prem abbia fatto. È stato anche molto utile per molti che non hanno avuto l'opportunità di seguire il Programma di Educazione alla Pace, o di poterlo ascoltare dal vivo. Ora qui vogliamo trasmettere il messaggio audio di Prem ogni settimana in una fascia oraria regolare.

PremRawat.com: Tu hai parlato a Prem del tuo desiderio che un maggior numero di giovani africani possano ascoltare il suo messaggio di pace. In particolare, quale messaggio ritieni che tu e gli altri giovani africani dovreste ascoltare in questo momento? Quali risorse pensi che servirebbero affinché questo accada?

Lumka: Per i giovani sudafricani, il Programma di Educazione alla Pace dovrebbe essere molto divertente e interattivo. Dobbiamo accettare ogni gruppo di persone per quello che sono. Uno dei miei obiettivi è di portare il Programma di Educazione alla Pace davanti al più alto livello governativo, il Parlamento, in modo tale da renderlo più accessibile a tutti. Desidero anche molto che si riduca la violenza di genere, troppo radicata nella nostra cultura. Molte ragazze e donne sudafricane pensano ancora che sia accettabile essere picchiate o violentate. Io mi impegno a educare le giovani donne a combattere questo sessismo e queste energie violente che non servono alla nostra società.

PremRawat.com: A proposito di giovani, nel 2017 Prem ha visitato una scuola elementare nella cosiddetta "zona rossa" Sebokeng. Tu e la sua troupe cinematografica eravate con Prem quel giorno. Com'è andata?

Lumka: Per me è stato incredibile ed emozionante.  Una "zona rossa" è un luogo dove il governo ha risorse molto limitate. Sono conosciute anche come "gli spazi dimenticati". Quando ho pianificato quella visita di Prem alla scuola, davvero non sapevo quale ne sarebbe stato l'impatto. Quando siamo arrivati, molti degli studenti avevano un atteggiamento molto chiuso e ostile. Si tratta di ragazzi la cui normalità è assistere a sparatorie o avere i genitori che si drogano. C’era una bambina di 6 anni che continuava ad andare dalla troupe cinematografica per farsi abbracciare. I suoi genitori erano morti e lei aveva subito molteplici abusi. Questi sono bambini a cui è stato insegnato il linguaggio della violenza, dell'aggressione, a difendersi e a nascondersi. Poi, ecco di fronte a loro un uomo che si comporta in modo del tutto opposto. Prem, mantenendo uno spazio di sicurezza, ha ispirato in queste giovani menti dei valori che possedevano già, ma che non avevano mai sperimentato. Questi sono ragazzi che fingono di essere Cenerentola o Spider Man, ma che nella loro vita hanno già affrontato più problemi di quanti la maggior parte di noi avrà mai. Quell’evento mi ha veramente fatto piangere.

Lumka Ngxoli Pre School

Lumka: Una cosa è quando paghi qualcuno per costruirti una casa, poi te ne vai e al ritorno la trovi già finita. Una cosa completamente diversa è quando vedi la transizione di queste giovani menti che passano dall'oscurità alla luce, che sentono per la prima volta di avere una vera speranza. Mentre stavamo per lasciare la scuola, vedevi tutti questi bambini sciogliersi e abbandonare un po’delle proprie difese. Correvano dietro a Prem, sorridevano e gridavano di gioia.

PremRawat.com: Grazie mille per aver condiviso tutto questo. Se per te va bene, possiamo voltare pagina? Parliamo di cibo. In una delle tue interviste, voi (Prem Rawat e sua moglie) avete preso in considerazione questa idea creativa che lui inizi un programma di cucina. Prem potrebbe essere filmato mentre è in viaggio e parla con persone in varie parti del mondo e allo stesso tempo apprende la loro cucina locale.

Lumka: Sì! Mi piacerebbe molto avere una telecamera che mostri l'uomo dietro il messaggio. Voglio aiutare a esprimere il suo messaggio in un programma di cucina o un documentario. Penso anche che questo permetterà alla gente di apprezzare molto di più il Programma di Educazione alla Pace. Dico sempre alle persone che Prem è una delle  menti più belle e creative che il mondo ha da offrire. Onestamente, lui fa sentire le persone del tutto a proprio agio, lasciando loro spazio per crescere e conoscere se stesse. Inoltre è super divertente!

PremRawat.com: Riguardo alle tue esperienze con Prem Rawat, ci siamo persi qualcosa? C'è qualcos'altro che vorresti condividere?

Lumka: Ho appena ottenuto per Prem uno spazio mensile su una bella stazione radio giovanile trasmessa in tutto il Sud Africa. Cerchiamo dei modi per diffondere il suo messaggio in Africa per poter creare nuovi giovani Ernest, nuovi giovani Anne* e nuovi giovani Lumka. Davvero, cerchiamo di costruire una solida base per la pace.

* Riconoscimento a Ernest Leketi (Dipartimento dello sviluppo giovanile) a Johannesburg) e Anne Wolfson per la loro attiva promozione del PEP in Sud Africa, compresa la prigione Zonderwater.