Gallery
Feature on Home
Feature order
0
Watch
Watch Title
Watch Duration
Subtitle track

Marcia Newman, che scrive per PremRawat.com, ha fatto di recente una divertente intervista a Tom Price, comico, presentatore di BBC e di Magic FM Radio, e Podcaster su Great Big Owl  Una conversazione di 42 minuti su Zoom. Di seguito riportiamo alcuni punti salienti.

PremRawat.com: Ciao Tom, innanzitutto grazie per la tua conversazione podcast con Prem dello scorso aprile. In quel periodo, qui a Los Angeles eravamo al culmine della carenza di carta igienica. Sembra passato molto tempo. Nel podcast, hai menzionato che i tuoi due figli piccoli hanno aiutato te e tua moglie a restare sani di mente.

Tom Price: Sì, in effetti sembra che quel podcast sia stato fatto 15 anni fa. Il mese scorso, il Covid-19 è tornato di prepotenza nella zona nord di Londra, creando gravi disagi. Con questo ulteriore isolamento, sembra come essere su un lungo volo con tua moglie, i figli e il tuo cane e non sapere quando si atterrerà. Recentemente in famiglia abbiamo iniziato una piacevole routine serale; giochiamo a calcio per strada, guardiamo un po' di TV, mangiamo insieme e quando i bambini vanno a letto, io e mia moglie guardiamo Star Trek. Abbiamo trascorso tantissimo tempo insieme. Onestamente, ritengo che ripenseremo a questi momenti con gratitudine.

PremRawat.com: A partire dal 2017 hai intervistato Prem all'evento di Nottingham, e di nuovo nel 2019 all'evento di Manchester, entrambi nel Regno Unito. Com'è stato per te?

Tom Price: Quando sono stato contattato per l'evento di Nottingham, non sapevo chi fosse Prem. Non so perché lo chiesero a me, ma grazie al cielo l'hanno fatto. Mi piace molto fare interviste, è una delle cose che faccio meglio. Anche quando faccio cabaret, interagisco con il pubblico. Come attore, voglio assorbire le sensazioni e interagire con le persone intorno a me. Poterlo fare con una persona come Prem, che ha tanta saggezza, arguzia e contenuto... lui è come una magnifica fonte di storie e tutto il resto. È stata un'esperienza fantastica. Consideravo l’incarico di Nottingham come un lavoro qualunque, ma alla fine di quella giornata, mi sono sentito davvero entusiasta.

PremRawat.com: Tom, guardando e ascoltando le tue interviste con Prem, ho notato la tua predisposizione alla curiosità, la tua partecipazione e il tuo senso dell’umorismo. Le interviste sono molto improvvisate e spontanee. So che ti sei reso conto che anche Prem ha un grande senso dell'umorismo.

Tom Price: Sì, e anche un senso dell'umorismo pungente. Sembra che stia prendendo tutto alla leggera, incluso se stesso. Con tanta ostilità e paura artificiosa nel mondo in cui viviamo, condividere un palco con lui è assolutamente liberatorio. Provengo dal represso ceto medio gallese, pochissimo emotivo. Con Prem, ho sentito di poter porre la domanda a cui stavo pensando, anche se non sapevo dove ci avrebbe condotto. È molto raro che succeda di poterti fidarti di te stesso, di ciò che ti circonda, della persona con cui stai parlando e inoltre sentire che tutte le persone presenti in sala sono coinvolte.

PremRawat.com: Nella tua conversazione sul podcast, Prem ha dato un suggerimento: intrattieni il tuo cuore, non solo la tua mente. Come va a questo proposito? Cosa fai in questi giorni per nutrire il tuo cuore?

Tom Price: Esteriormente, sto facendo alcune cose a riguardo. Per prima cosa, spengo il telefono. Mi sto allontanando dai social media e sto guardando più  verso l’alto, (guardo meno agli schermi). I social media possono sembrare così appetitosi all'inizio, ma possono diventare un cancro psicologico o ciò che io chiamo "sigarette per il cervello". Non ti fermi a pensare al risultato finale di ogni interazione che inizi sui social media. Ci immergiamo con questo “cucciolo interiore” che vuole provare amore, gioia, divertimento o qualcosa di interessante. Ma stiamo cercando nel posto sbagliato. Non ricevo un pasto che mi sazia o che mi nutre attraverso i miei tentativi con i social media.

Tom Price: Per quanto riguarda l’interiorità, sono molto più tollerante con me stesso. Penso che sia una parte rilevante di ciò di cui parla Prem. Si tratta anche di riconoscere la nostra fallibilità. Se le nostre intenzioni sono buone e semplici, le conseguenze sono quasi irrilevanti, finché il punto di partenza è quello della pace e della purezza. Il giudizio al quale tutti noi ci sottoponiamo è folle.

Tom Price: Certo, dobbiamo promuovere noi stessi e metterci in gioco nel mondo, ma non a scapito della nostra felicità interiore. Ho fatto per anni il Festival di Edimburgo, in cui migliaia di altri comici sono nella stessa città per 4 settimane. È sempre stato meraviglioso e difficile allo stesso tempo. Avere un uragano di narcisisti che si urlano contro l’un l’altro. Era una vera agonia confrontarsi e competere con gli altri.

PremRawat.com: Sì, io la chiamo la sindrome del "confròntati e dispèrati".

Tom Price (ridendo): Esatto. Quelle che erano 4 settimane di confronti, ora con i social media accade 365 giorni all’anno, 7 giorni alla settimana!

PremRawat.com: Durante l'evento di Nottingham, Prem ha detto; Il giorno in cui ti rendi conto che la pace è una necessità, non un ambizione, la tua vita cambierà. Cosa ne pensi oggi di questa affermazione?

Tom Price: Ho bisogno di poter sentire la pace nella mia vita quotidiana. Mi ricorda un'altra recente intervista con lo scrittore danese Meik Wiking e CEO dell’Istituto di Ricerca sulla Felicità. in Danimarca, il suo nome si pronuncia "Mike Viking", il che è spassoso. È noto per le sue ricerche sul tema "hygge" (pronunciato hoo-ga), che è una parola danese e norvegese per richiamare intimità, sicurezza e comfort, per produrre sensazioni di benessere e appagamento. Quindi sì, per sentire la pace dobbiamo essere proattivi. E in questi giorni, ho bisogno di imparare come poter essere io stesso il mio gruppo di conforto.

PremRawat.com: Concludendo, nelle tue esperienze con Prem c'è qualcos'altro che spicca che potrebbe ancora oggi influenzare la tua vita?

Tom Price: Dietro al palco, durante uno degli eventi, ricordo di aver visto Prem arrivare. Aveva appena condotto alcuni incontri personali con persone che non stavano bene, anziane o che erano sul punto di morte. L'ho sentito parlare umilmente di una delle persone. Diceva con uno dei presenti di avere imparato più da loro sulla loro chiarezza, nel momento in cui si avvicinavano agli ultimi giorni di vita. L'ho trovato molto, molto commovente e che la vita è importante.

PremRawat.com: Grazie mille Tom per aver condiviso questo, è molto profondo. È stato un vero piacere parlare con te oggi.