Stampa
Categoria: La paura
Visite: 69
Featured Question
Featured Question Subtext
Images
Watch
//tt-streamingendpoint-ttmediaservices01.streaming.mediaservices.windows.net/ca408686-feff-4084-b8ab-2bda71fdf830/TT_Topic_160417_Sao_Paolo_Clip_2.ism/manifest
Watch Title
Guarda
Watch Duration
337
Listen
Listen Title
Listen Duration
Gallery
Gallery Title
Document
Document label
Feature on Home
Feature order
Subtitle track
//tt-streamingendpoint-ttmediaservices01.streaming.mediaservices.windows.net/ca408686-feff-4084-b8ab-2bda71fdf830/PPL-5-Fear-131-Fear_Destroys_you_V2_ITA.vtt

Cosa ti fa la paura? La paura ti distrugge, può distruggerti. Cosa ti fa la confusione? Può distruggerti: può distruggere il tuo presente, può distruggere un giorno intero, senza problemi.

Il paradiso è qui: cosa ne pensi? Ci credi o lo sai? Sapere o credere? Saperlo, non crederci perché lo dico io!

Io sono uno specchio. Lo specchio non crea la faccia. Io sono uno specchio, non creo la tua faccia. Puoi fare esperienza del paradiso non perché lo dico io, ma perché sei vivo. Se tu non fossi vivo, potrebbero esserci anche nove milioni di persone come me, ma non potremmo comunque aiutare nessuno. Perché dipende da te: tu hai dentro di te il Divino.

Cos’è questa calma profonda? La senti o non la senti? Ci credi o lo sai? Lo sai?

In questo caso ho un’altra domanda da farti: festeggi questa consapevolezza? Ogni giorno? Cosa potresti chiedere di più nella vita, che avere dentro di te il Divino? Più vicino di qualunque amico, più vicino di tua moglie o di tuo marito, dentro di te, l’unico che ti accompagna dovunque tu vada.

Nel posto più oscuro, il Divino è con te. In cima alla montagna, il Divino verrà con te. Nella confusione, il Divino è con te. Nelle difficoltà, nei dispiaceri, in ogni emozione che ti fa sentire all’inferno, il Divino è con te. Lo festeggi questo? E ringrazi? Ringrazi il Divino per essere con te?

Ringrazi il tuo amico? Se non riconosci il tuo amico, il tuo amico non sarà tuo amico ancora per molto. A un certo punto devi dire al tuo amico: “Mi piaci, grazie per essere mio amico.” Che cosa dici al Divino?

Questi sono i paradossi su cui dovremmo lavorare perché, quando lo facciamo, la soluzione di questi paradossi è davvero conoscere sé stessi. “Conosci te stesso”? Ecco un’ottima ragione per cui dovresti conoscere te stesso: perché tu sei questo.

– Prem Rawat