Gallery
Feature on Home
Feature order
Watch
Watch Title
Watch Duration
Subtitle track

Prem Rawat ha tenuto un importante evento presso lo Stein Studio, a Colombo, il 30 ottobre 2018, davanti a un fittissimo uditorio di oltre 2.500 persone, tra cui rappresentanti del governo, della stampa, del mondo degli affari e di organizzazioni umanitarie internazionali, per celebrare gli effetti positivi del PEP (programma di educazione alla pace) nello Sri Lanka, e per condividere la sua prospettiva che la pace è possibile.

Il PEP è stato presentato per la prima volta nello Sri Lanka nel febbraio 20117, e in poco meno di due anni è stato lanciato con successo in una vasta serie di istituzioni, tra cui scuole, imprese e specialmente nei settori della riabilitazione e della correzione (penitenziari).

Come Prem ha raccontato al pubblico affascinato alcune storie personali di speranza e miglioramento provenienti da tutto il mondo, a margine ha avuto luogo un raduno speciale molto personale: un gruppo di ex combattenti, operatori di riabilitazione e consulenti ha condiviso con Prem le proprie storie personali di sopportazione, di incomprensioni, rabbia, rifiuto, rimpianto e compassione, e della nuova comprensione acquisita grazie al PEP.

Sri Lanka ha compiuto grandi passi per guarire le ferite della guerra civile. Negli anni che ad essa sono seguiti, l’attenzione è stata posta nel riabilitare 12.000 ex combattenti, per aiutarli a superare le cicatrici e a reintegrarsi nelle loro comunità, e a sperare in una vita migliore. Grazie al sostegno del Ministero della Riabilitazione e del Re-insediamento, dello Sviluppo del Nord e degli Affari Religiosi Indù, il PEP sta riaccendendo una reale speranza di pace e felicità.

Nel corso dell’evento pubblico, Prem ha parlato di come una candela accesa possa accenderne altre. I partecipanti al PEP sapevano già di questa possibilità per averla studiata al PEP. E nell’ambiente aperto, piacevole e affidabile da lui creato, essi hanno aperto i loro cuori. Molti, tra le lacrime, gli hanno detto che dopo aver studiato il PEP ora sanno che il reale apprezzamento porta alla gratitudine e alla comprensione. Hanno detto che sentono di avere ritrovato la loro dignità e il coraggio di iniziare una nuova strada.